Pinzatura unghie in gel. Quando farla e perché spesso non dura nel tempo.

Se anche a te capita che la pinzatura unghie gel non duri nel tempo forse dovresti sapere che……

Una delle tecniche fondamentali da imparare per la ricostruzione unghie (sia in gel che in acrilico) è senza dubbio la pinzatura.

Sempre più clienti “soffrono” di unghie piatte.

 

Questa “modificazione” delle unghie che negli anni sempre più stanno perdendo la loro naturale “curvatura” è dovuta soprattutto al cambio di abitudini dell’essere umano.

Svolgiamo sempre meno lavori manuali, sostituiti soprattutto dal lavoro al pc e dall’utilizzo sempre più smodato dei cellulari.

Le unghie negli anni si sono “indebolite” (perché come essere umano ci servono meno spesse) e modificate nell’arco degli anni perché la curvatura che conferiva resistenza ci serve sempre meno.

Hai notato anche tu che sempre più clienti lamentano unghie sottili e molto piatte?

Ecco perché è diventata sempre più indispensabile ed importante la pinzatura unghie gel (o acrilico) quando fai una ricostruzione.

La pinzatura serve per accentuare o “ripristinare” (nel caso di unghie molto piatte) la curvatura a C.

Il motivo principale è la resistenza agli urti.

Come ci insegna la “TECNOLOGIA DELLE COSTRUZIONI” una struttura curva resiste meglio ai momenti flettenti rispetto ad una superficie piatta.

Ma ci sono alcuni aspetti importantissimi per una “ottimale” pinzatura unghie gel:

 

  • il posizionamento corretto della formina
  • la meticolosa preparazione dell’unghia per evitare pericolosi sollevamenti
  • un gel adeguatamente progettato per MANTENERE nel tempo la pinzatura

 

Andiamo insieme ad analizzare nello specifico questi 3 importanti punti:

 

  1. con posizionamento della formina intendo che sono fondamentali le modifiche in base alla tipologia di unghia naturale che che abbiamo davanti, e a seconda della forma scelta il corretto posizionamento della formina stessa
  2. la preparazione dell’unghia, che rimane una delle fasi più importanti durante la “ricostruzione unghie”, che diventa ANCORA più importante perché pinzando il rischio di pericolosi sollevamenti aumenta sensibilmente
  3. la scelta del gel diventa estremamente IMPORTANTE

 

Se decidi di utilizzare la pinzatura unghie gel devi sapere innanzitutto che non tutti i tipi di gel sono stati progettati per poterla “sopportare”, ma soprattutto spesso e volentieri non la mantengono nel tempo.

Ti è mai capitato di effettuare la pinzatura unghie gel ed accorgerti che il giorno successivo alla ricostruzione, la curvatura a C “avesse ceduto”?

I motivi principali sono 2:

  1. il GEL scelto appunto (e qui il consiglio che mi sento di darti è quello di provarne il più possibile)
  2. la lampada utilizzata e quindi i tempi di polimerizzazione (non tutte le lampade lavorano allo stesso modo)

Come detto in altri articoli, quando decidi di “PINZARE” la lampada UV è senza dubbio quella che ti garantisce una polimerizzazione più lenta ma sicura (come dire più uniforme) (passami il paragone di alcuni piatti che hanno bisogno di una cottura lenta).

Spero di averti chiarito quanto importante sia la pinzatura unghie gel.

Il consiglio che sento di dare a qualunque Onicotecnica, soprattutto se alle prime armi, è quello di verificare che nel percorso di formazione che si decide di intraprendere, sia previsto lo studio della pinzatura unghie gel.

Se non lo hai ancora scaricato, ho creato una piccola dispensa:

“COME EVITARE ERRORI COMUNI NEL NOSTRO LAVORO IN SALONE”

Lo puoi ricevere inserendo i tuoi dati qui sotto:

Se trovi interessante e utile questo articolo ricondividilo, potrebbe tornare utile a qualche tua collega.

Ciao e a presto.

#OnicotecnicaUnaProfessione

Katryn Lentini