Come organizzare la postazione per ricostruzione unghie.

Una delle cose, molto spesso sottovalutate, ma che a mio parere è veramente importante è l’organizzazione della postazione per ricostruzione unghie.

Una brava Onicotecnica deve considerare che l’ordine, la pulizia e l’organizzazione della nostra postazione è il nostro biglietto da visita, soprattutto per le nuove clienti, ma anche per chi ci continua a scegliere da tempo.

In questo articolo volevo fornirti qualche suggerimento su come gestire la tua postazione.

 

Un tavolo da ricostruzione unghie deve essere pulito dopo ogni cliente.

So che può sembrare una cosa banale, ma visto che “produciamo” molta polvere, sia che abbiate scelto tavoli aspiranti o aspiratori da tavolo, il consiglio è quello di utilizzare un disinfettante con spruzzino ed un panno sterile dopo ogni cliente.

Tavolo, lampade e “attrezzi del lavoro” impolverati non sono MAI una cosa bella da vedere.

Inoltre è molto importante per l’aspetto igienico del nostro lavoro, per la salute vostra e delle clienti.

Ricorda sempre che la ricostruzione unghie è un bellissimo lavoro ma vanno prestate le dovute attenzioni.

 

Come tenere il tavolo più ordinato possibile?

Il consiglio è quello di tenere meno cose possibili sul piano di lavoro:

Tutto il resto organizzatelo con una cassettiera sotto il tavolo gestendo i cassetti in ordine di importanza dall’alto al basso così:

  1. Lime e preparatori (primer, base etc etc)
  2. Costruttori
  3. Colori e lucidi

 

Una volta utilizzati, tutti i vasetti vanno riposti nel loro cassetto, così da risparmiarti di doverli “spolverare” dopo limatura o fresatura.

Inutile che ti consigli di tenere il più possibile puliti TUTTI i vasetti, soprattutto quelli dei colori. (NB: la ghiera del vasetto non va pulita col cleanser, perché rischi che si crepi la plastica)

Incornicia ed esponi alle tue spalle TUTTI gli attestati che hai conseguito ai corsi frequentati.

Anche questo potrebbe sembrare un consiglio banale, ma spesso mi è capitato di entrare in qualche Nail Salon e non vedere appesi gli attestati.

Logico che se non ne hai, il primo consiglio è quello di frequentare corsi di formazione (ricorda non si smette mai di imparare in un lavoro artigianale come il nostro, la ricostruzione unghie è in costante aggiornamento).

Ma spesso mi è capitato di vedere tanti attestati appesi in maniera posticcia, una cornice non costa una follia, e agli occhi delle clienti è importante vedere che voi continuate a formarvi.

Un ultimo aspetto, anche se non direttamente legato all’organizzazione della postazione di ricostruzione unghie è:

La gestione dell’agenda e degli appuntamenti.

Ecco alcuni accorgimenti che anche le mie allieve si scordano di fare:

  • Quando avete finito il lavoro alla cliente fissate SUBITO l’appuntamento successivo, se possibile anche più di uno
  • In base alla vostra esperienza tenetevi sempre il tempo necessario tra una cliente e l’altra, senza rischiare ritardi
  • Mandate sempre un messaggino (o WhatsApp) il giorno prima dell’appuntamento come promemoria

 

Se trovi interessante e utile questo articolo ricondividilo, potrebbe tornare utile a qualche tua collega.

Ciao e a presto.

#OnicotecnicaUnaProfessione

Katryn Lentini